Centro Artistico il Grattacielo

 

 

 

 

 

Teatri
d’Autunno

2016

SPETTACOLI

Zero spaccato

La vita alla fine della vita. Quando il corpo non è più. E l’anima se ne va. In quel preciso momento, prima di tornare da dove è venuta, agli occhi silenziosi dell’anima resta qualcosa da fare. Solo pochi istanti, per raccontare una vita. Non la propria, ma quella di un altro, di quel corpo che ti ha portato dentro. I ricordi, le paure, lo schifo, i calci in faccia, la volgarità, le risate, i pensieri. E, come se tutto potesse stare dentro i passi di un canto, ballare. Solo il ballo della vita. Ballare il pianto, l’amarezza, l’amore, la bellezza. Fuoco. Sole. Caldo. Freddo. Sapore. Sangue. Fino al crepuscolo, al momento in cui il giorno diventa notte: allora il ricordo non fa più male e, da lontano, senza più nulla dentro, vedere per l’ultima volta se stesso, come eri e come non sei più. Fino all’addio. Francesco Niccolini.

Di e con: Leonardo Capuano

Julka

JULKA  prende spunto dalle lettere, taciute, di Julca Schucht, moglie di Antonio Gramsci. Siamo nel pieno novecento, e vediamo la storia con gli occhi di chi l’ha vissuta dall’interno e non ha avuto né voce, né nome. Come accade  alle tantissime donne ignote,  cadute e sacrificate in nome di una storia che non hanno scritto e dalla quale sono state cancellate. Così come le storie dei loro figli. Corpo, Parola, Musica e Danza sta alla base della rappresentazione. Dall’insieme di queste arti si sviluppa la storia e Solo nell’Arte, la vita è sopportabile.

Di e con: Simonetta Ottone
Produzione: Danzarte
Supervisione Registica: Julie Anz Anzillotti
Foto: Spettro 73

Io, mai niente con nessuno avevo fatto

Siamo nella Sicilia degli anni 80, omossesualità, violenza morte solo lo spunto per suscitare emozioni. E’ la storia di Giovanni, a cui stanno a fianco Rosaria (cugina per lui madre)  e Giuseppe (l’amore e l’amante)incarnazione dell’ingenuità e della passione allo stato puro, dell’innocenza che supera tutte le barriere Uno spettacolo denso di emozioni, che focalizza l’attenzione su tematiche umane e sociali di grande attualità.

Scritto e diretto da: Joele Anastasi
Con: Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano
Produzione: Progetto Goldstein
Coproduzione:
Vucciria Teatro